Documenti

Il popolarismo: la cultura del popolo

Lino Prenna

dal foglio "Politicamente" Anno XIX Numero 3 Luglio-Settembre 2019

 

Nell’intervista rilasciata a La Stampa, del 9 agosto scorso, papa Francesco, alla domanda del giornalista (Domenico Agasso Jr) sul populismo, risponde: “All’inizio faticavo a comprenderlo perché studiando Teologia ho approfondito il popolarismo, cioè la cultura del popolo”. Non c’è definizione più semplice e, insieme, più completa di popolarismo, che abbiamo ripreso a conclusione del seminario di Poppi, a fine agosto, per chiarire e rinnovare il senso dell’impegno assunto da qualche anno da Agire politicamente di elaborare un nuovo popolarismo, come cultura di una politica popolare.

Leggi tutto: Il popolarismo: la cultura del popolo

Fede cristiana e impegno politico

una testimonianza

Francesca Vagniluca

dal foglio "Politicamente" Anno XIX Numero 3 Luglio-Settembre 2019

Vorrei partire da uno scritto di mio zio, Giulio Vagniluca, diventato professore di Filosofia Teoretica alla Facoltà degli Studi di Perugia e pochi mesi dopo, purtroppo venuto a mancare, a soli quarantuno anni, nel 1979. Io che sono nata nel 1976, non ho avuto modo di conoscerlo veramente, ma è stato un uomo straordinario ed alcuni professori dell’Università degli Studi Perugia, come la prof.ssa Valori, lo ricordano abbastanza bene; lui aveva insegnato tanto nei Licei, Storia e Filosofia e anche Italiano, ha scritto molto e mi sono ripromessa, con l’aiuto della moglie ancora vivente, di pubblicare alcuni suoi testi. Ci vuole tempo, ci vorranno energie, ma nel futuro speriamo di poterli realizzare. Questo scritto ha per titolo “I limiti della Filosofia”, del 1962. Ne leggo l’inizio e poi un’altra parte:

Leggi tutto: Fede cristiana e impegno politico

Dopo l’Umbria…. anche l’Emilia Romagna?

Rimettere in circolo idee, richiamare attenzioni, suscitare sensibilità...

Pier Giorgio Maiardi

dal foglio "Politicamente" Anno XIX Numero 4 Ottobre-Dicembre 2019

Il tempo che stiamo vivendo è un tempo singolare sul piano politico e sociale o almeno appare tale a chi, come noi, è vissuto in altre stagioni e fatica a interpretare la realtà attuale tanto da averne una visione decisamente negativa soprattutto nelle prospettive del futuro.

Leggi tutto: Dopo l’Umbria... anche l’Emilia Romagna?

Franceschini, tutor di Di Maio?

Agire Politicamente

dal foglio "Politicamente" Anno XIX Numero 3 Luglio-Settembre 2019

 E' una buona notizia che Dario Franceschini e Luigi Di Maio, capidelegazione al Governo, rispettivamente del Pd e del M5s, si siano impegnati ad una periodica, reciproca frequentazione: una sorta di bilaterale nostrana che, data la diversa levatura dei due, potrebbe configurarsi come tutorato del primo sul secondo. Sì, perché Di Maio, parcheggiato alla Farnesina, dove farebbe meno danni (ma quale immagine dell'Italia!), va seguito, orientato, controllato ma, soprattutto, convertito al senso delle istituzioni e alla democrazia rappresentativa. Nel governo gialloverde, con cui quello giallorosso ritiene sia in continuità, il ministro incaricato dei rapporti con il Parlamento aveva anche la delega alla democrazia diretta. Era quel Fraccaro, che il capo dei grillini ha imposto ora come sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, minacciando altrimenti di far saltare tutto, a poche ore dall'appuntamento di Conte con Mattarella.

Leggi tutto: Franceschini, tutor di Di Maio?